Eros, il dio lontano

Visioni sull’Amore in Occidente.

La divinità è persa ma non il canto della perdita. In questi versi rivive la nostalgia di Nietzsche, Eliot, Wagner, di quelli che toccano, inascoltati,  le corde del risveglio. Né cronaca né pensiero filosofico. Semmai una scrittura lirica, capace di allontanare da sé anche il più cocente dolore, per consegnarlo alla poesia.

La Figlia di Ar

Appunti Interiori
Postfazione
di Armando Torno

La Roulette dell’amore

Tremila anni di baruffe amorose dalle liriche dell’antico Egitto a Casanova, da Saffo a Ovidio a Prévert.

Amore come …

Sogno, illusione o speranza?
Paura, gioco e innamoramento