Rina Gambini su “Il Porticciolo” aprile 2016

Più che una Lirica, si tratta di considerazioni poetiche sul tema dello sguardo. Già in questa scelta stilistica si nota l’originalità della poetessa, che rifugge il consueto svolgersi del verso e cerca nuovi e a lei più congeniali mezzi espressivi. Lo scavo dentro di sé, l’approfondimento psicologico delle situazioni, pur nella concisione del discorso poetico, l’uso personalizzato di figure retoriche, denotano un genere lirico di contenuti profondi e intimistici.